Passa ai contenuti principali

Post

Lettori fissi / segui il blog!

In primo piano

Recensione: Fai piano quando torni di Silvia Truzzi (Ediz. Longanesi, 2018).

Margherita ha trentaquattro anni e un lavoro che ama. È bella, ricca ma disperatamente incapace di superare sia la scomparsa dell’adorato papà, morto all’improvviso otto anni prima, sia l’abbandono del fidanzato che l’ha lasciata senza troppe spiegazioni. Dopo un grave incidente d’auto si risveglia in ospedale. Qui incontra una signora anziana che da poco è stata operata al femore. Anna, oggi settantaseienne – nata poverissima, «venduta» come sguattera da bambina – ha trascorso la vita in compagnia di un marito gretto e di una figlia meschina, eppure ha conservato una gioia di vivere straordinaria. Merito delle misteriose lettere che, da più di mezzo secolo, scrive e riceve ogni settimana. I mondi di queste due donne sono lontanissimi: non fossero state costrette a condividere la stessa stanza, non si sarebbero mai rivolte la parola. Dopo i primi tempestosi scontri, però, fuori dall’ospedale il cortocircuito scatenato dalla loro improbabile amicizia cambierà in meglio la vita di entra…

Ultimi post

Recensione: All'ombra di Julius di Elizabeth Jane Howard (Ediz. Fazi, 9 aprile 2018).

Delusioni libresche: due romanzi che non sono riuscita a terminare.

Recensione: Il signor diavolo di Pupi Avati (Ediz. Guanda, 2018)

Recensione: Storia della mia ansia di Daria BIgnardi (Mondadori, 2018).

Le assaggiatrici di Rosella Postorino (Ediz. Feltrinelli, 2018).

Recensione: Dodici ricordi e un segreto di Enrica Tesio (Ediz. Bompiani, 2017).

Recensione: Il nostro tempo nel mondo di Abby Fabiaschi (Ediz. Nord, 2018).

Chiacchiere librose: di voti, stroncature e recensioni piene di stelle!

Recensione: Come cade la luce di Catherine Dunne (Ediz. Guanda, 2018).

Recensione: Oscuri segreti. Le cronache di Sebastian Bergman di Michael Hjorth & Hans Rosenfeldt (Rdiz. Einaudi, 2011).